Capelli crespi

Capelli crespi


0 Condivisioni

L’umidità…il peggior nemico dei capelli crespi

Quante volte avete passato mezz’ora allo specchio per piastrare i capelli e dopo 5 minuti fuori casa siete punto e da capo? L’umidità influisce su tutti i tipi di capelli, ovviamente i capelli ricci e crespi sono quelli che ne risentono di più.
Ma come lo possiamo risolvere?

Iniziamo col dire che più i capelli sono rovinati e più si incresperanno.
In ogni caso per risolvere il problema bisogna prestare le giuste cure al capello.
Bastano pochi gesti, partendo dall’uso di un shampoo disciplinante anticrespo, ancora meglio se senza parabeni.

I prodotti migliori
Lo shampoo è un rituale molto importante a cui dovremmo fare molta attenzione e non dovrebbe essere fatto più di due volte a settimana, altrimenti si rischia di portare via lo strato di sebo che protegge la cute e i capelli, rendendoli ancora più secchi e di conseguenza crespi.
Dopodiché va applicato un condicioner per chi ha i capelli fini oppure una maschera per i capelli spessi.
In entrambi i casi è opportuno lasciare i prodotti in posa qualche minuto.

Se avete capelli molto crespi vi consiglio un impacco da capelli asciutti con un olio prima dello shampoo.
Vi suggerisco l’olio di Argan oppure di Murumuru Amazzonico, entrambi apportano morbidezza e brillantezza.

Come applicare l’olio:
Dividi i capelli in grandi ciocche e distribuisci l’olio dopodiché raccogli i capelli con una pinza ed avvolgili con della pellicola o una cuffia da doccia e lascia in posa minimo 15 minuti.
Sciacquare bene e procedere con lo shampoo.

Infine applicare un prodotto di finish prima della piega, ancora meglio se termo protettivo, che protegge i capelli dagli strumenti a caldo.

Per combattere l’umidità bisogna prestare attenzione anche a piccoli gesti come far raffreddare i capelli prima di uscire e se sei di fretta raffreddali con l’aria fredda del pron e se piove coprirsi con un foulard in quanto l’ombrello non ci protegge dall’umidità.

Tagli ideali per i capelli crespi:
La scelta del taglio è molto importante per scongiurare l’effetto crespo.
L’ideale è non sfilarli troppo, evitando di assottigliare troppo il capello.
È molto importante spuntare i capelli almeno quattro volte l’anno, specialmente a settembre, per ripulire le punte dai danni del sole.

Anche il colore fa la sua parte
Un colore non curato può dare l’effetto crespo, infatti se non vengono totalizzate periodicamente lunghezze e punte i capelli avranno l’effetto “paglia”, specialmente nei toni caldi, come il Rame e i biondi dorati.

0 Condivisioni

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *