Credits pinterest


0 Condivisioni

Colorare i capelli in gravidanza: consigli e controindicazioni

Durante la gravidanza sopraggiunge il dilemma se colorare o non colorare i capelli.  Facciamo un po’ di chiarezza! In gravidanza i capelli migliorano notevolmente, appaiono più lucidi e robusti, è si ungono meno alla radice, ciò accade grazie all’aumento degli estrogeni nell’organismo.
Tuttavia c’è il bisogno di colorare i capelli, specialmente in presenza di quelli bianchi.

redits Pinterest

Non ci sono studi scientifici che hanno riscontrato un incremento di aborti, malformazioni congenite o nascite premature causate dall’uso della tinta. E’ comunque opportuno prestare attenzione in quanto la cute assorbe ciò che le diamo, basti pensare ai cerotti anticoncezionali o alle pomate antidolorifiche.
Inoltre si potrebbe sviluppare un’allergia ai componenti e dunque dover ricorrere all’uso di cortisone e antistaminici.

Prima di tutto bisogna valutare la percentuale di capelli bianchi, dopodiché si può decidere se è opportuno preferire una tinta oppure optare per delle mèches, vediamo insieme i vantaggi e gli svantaggi.

Colore: negli ultimi anni la tecnologia ci ha permesso di utilizzare colori sempre più delicati, senza Ammoniaca, PFD(parafenilendiamina) e Resorcina.  Matrix ha formulato i colori a base di olio e con la molecola ODS, che permette la copertura dei capelli bianchi.
I colori senza ammoniaca sono molto delicati ma in alcuni casi hanno lo svantaggio di non dare una copertura totale dei capelli bianchi, inoltre durano meno. Comunque sia è meglio andare sul sicuro e stare tranquilla!

 

Meches: se non hai molti capelli bianchi puoi optare per questo servizio, che ha il vantaggio di non applicare il prodotto in cute, ma non ti offre una copertura totale della ricrescita. Puoi scegliere tra le diverse tonalità, però ti consiglio di valutare bene in base al tuo incarnato.

Prima di prendere qualsiasi decisione parlane con il tuo ginecologo che saprà consigliarti al meglio.

 

0 Condivisioni

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *